Crea sito

Budapest a Capodanno

BUDAPEST A CAPODANNO
Budapest è una delle capitali europee più belle ed economicamente accessibili. Le terme qui sono un’istituzione: le più famose e frequentate sono le Gellert, il cui edificio liberty lascia a bocca aperta, ma chi cerca un’atmosfera più tranquilla e rilassata può valutare le Rudas in stile turco o gli altri 10 complessi esistenti in città! Il Palazzo del parlamento, costruito nell’800 per celebrare l’indipendenza dell’Ungheria, il Bastione del Pescatore, la prima metropolitana d’Europa e i molti edifici storici in stile liberty non mancheranno di ammaliare il turista. I mercatini tipici dall’atmosfera natalizia di Piazza Vörösmarty tér ed il famoso Mercato Centrale Coperto sono imperdibili per gustare un po’ di prodotti tipici, girovagare tra i banchi coloratissimi e fare un po’ di shopping. Anche gli amanti della cucina possono sentirsi a casa: per gli amanti della cucina ci sono i dolcetti alla crema di Ruszwurm Cukrászda, la più antica pasticceria di Budapest, il pane fresco, i dolci con i semi di papavero, le salsicce, la carne alla griglia e naturalmente il famosissimo goulash.

SISTEMAZIONE: The Three Corners Hotel Art – Kiralyi Palutca 12 – Budapest . Lʼhotel si trova nel centro di Budapest, a soli 2 minuti dalla famosa zona pedonale Váci utca e nelle vicinanze dei bagni termali Rudas e Gellert. In camera: tv, cassaforte, bagno, doccia e asciugacapelli.
PERIODO: 28/12-1/1.
DURATA: 5 giorni e 4 notti, da sabato pomeriggio a mercoledì mattina.
PARTECIPANTI: minimo 10, massimo 25 persone.
QUOTA INDIVIDUALE: € 490.
COMPRENDE: sistemazione in hotel 3 stelle in camere doppie/triple con bagno, trattamento di mezza pensione con colazione a buffet e cene tipiche, utilizzo sala fitness e sauna dell’hotel, cenone di Capodanno, accompagnatore/interprete, percorsi guidati, entrata alle terme Gellert, materiali turistici, assicurazione sanitaria e bagaglio.
NON COMPRENDE: viaggio, bevande e quanto non indicato alla voce “comprende”.

PROGRAMMA DI VIAGGIO:

28 Dicembre: arrivo e sistemazione in hotel. Dalle 18.00 il nostro accompagnatore vi attenderà in hotel per far conoscenza con tutto il gruppo e presentare il programma. Dopo cena usciamo per un primo approccio notturno con la città e col Danubio, poi puntatina da Gerbeaud in Vörösmarty tér per assaggiare il meglio dell’arte pasticcera ungherese.

29 Dicembre: oggi andiamo alla scoperta della collina di Buda, la vera anima di Budapest visto che qui si concentra un gran numero di monumenti, chiese e musei. Cominciamo con una passeggiata nel Castello di Vajdahunyad e nei suoi giardini, un complesso eclettico per architettura ispirato alle costruzioni della Transilvania. Per il pomeriggio ci attende il Monte Gellért da cui si può ammirare la città e i ponti delle Catene, Indipendenza, Elisabetta,… Dopo cena ci attende la notte budapestina. Discoteche, locali jazz, ma soprattutto i “pub in rovina”: una serie di edifici abbandonati e trasformati in tipici locali della Budapest odierna dove si ascolta musica consumando birra e panini. Chi non visita uno di questi pub, non conoscerà mai la Budapest nel 21° secolo!

30 Dicembre: ci attende un viaggio nel cuore della città. Iniziamo dalla visita del Parlamento, il simbolo per eccellenza di Budapest, per tuffarsi poi in via Váci con la sua atmosfera particolare ricca di negozi e caffè ed infine il Mercato Coperto per un incontro con i sapori della gastronomia ungherese. Per il pomeriggio la dritta è un salto a una delle numerose sorgenti termali, veri e propri punti d’incontro e di relax per la gente comune. Si può scegliere la rinomata Gellert, le Rudas dall’atmosfera turca o uno degli altri 12 stabilimenti termali. Per la sera possiamo puntare sul leggendario Caffè Central, uno degli ultimi esempi di caffè belle-epoque, storico luogo d’incontro di artisti e intellettuali. In alternativa proviamo l’emozione uno dei concerti d’organo nella chiesa di San Mattia.

Schermata 2013-11-19 alle 19.14.29

31 Dicembre: percorso guidato alla scoperta del Patrimonio Mondiale. Viaggio con la ferrovia sotterranea fino alla Piazza degli Eroi, la più grande e monumentale piazza di Budapest, le cui statue ci raccontano la storia del paese. In alternativa “l’altra Budapest”: un quartiere popolare per esplorare la dimensione del quotidiano in questa grande metropoli dell’est, ma soprattutto l’imperdibile Via Pal. Il pomeriggio libero consigliamo di dedicarlo agli acquisti partendo dagli aromi tipici dei mercati coperti, attraverso le caratteristiche botteghe d’arte popolare, fino alla centrale Váci utca. Per chi non desidera calarsi nelle perversioni del consumismo niente di meglio che una scampagnata sul Treno dei Bambini, vero e proprio treno manovrato da ragazzi, che si arrampica per 45 minuti attraverso paesaggi incantati fino a raggiungere Monte Széchenyi. E’ tempo di prepararci per il cenone di Capodanno a ritmo di goulash, tokaj e violini tzigani.
1 Gennaio: in mattinata saluti e partenza.

 

 Per informazioni & prenotazioni contatta Alessandro o Francesca oppure compila il form sotto:  

Tags: ,

No comments yet.

Leave a Reply

*