Crea sito

SETTIMANA BIANCA DI FONDO NELL’ALTOPIANO DI ASIAGO

LO SCI DI FONDO NEI SETTE COMUNI
Più di 500 km di tracciati perfettamente battuti e segnalati si snodano attraverso l’Altopiano dei Sette Comuni; gli appassionati dello sci stretto hanno l’imbarazzo della scelta. Dai Facili anelli attorno ai centri abitati alle grandi piste in alta montagna, dai luoghi delle grandi battaglie della Prima Guerra Mondiale alle soleggiate piane circondate da foreste di abeti e faggi. Dislivelli di ogni genere, con salite e discese, dolci e riposanti o più impegnative. Il tutto condito da un sistema di servizi all’avanguardia che prevedono rifugi in quota attrezzati con ogni comfort, scuole sci con maestri riconosciuti e qualificati, servizi di noleggio dell’attrezzatura e di preparazione degli sci con esperti ski-men. Nessun altro luogo al mondo ti offre l’immensa rete di piste per lo sci di fondo che vanta Asiago. Sull’altopiano più bello del mondo trovi un’infinità di percorsi immersi in un meraviglioso ambiente naturale incontaminato. Se lo sci di fondo ti ha sempre appassionato o anche solo incuriosito, se ti attrae l’idea di vivere un’avventura in compagnia di amici, vieni a conoscere l’Altopiano di Asiago. Queste montagne saranno il tuo elemento naturale!
 
SISTEMAZIONE: Hotel Vecchia Stazione*** – Via Roma 147 – Canove di Roana (VI). Tipico hotel di montagna a 2 km dal centro di Asiago. L’hotel dalla atmosfera calda, con tanto legno e locali curati, è famoso per la qualità eccellente della sua cucina. Dispone di camere arredate con gran gusto e con tutte le comodità, centro benessere, ristorante, tipica stube, bar, sala tv e lettura, sala giochi e animazione per bambini. Massaggi e doccia solarium a pagamento.
PERIODO: 15-21/12; 26/1-1/2; 16-22/2; 9-15/3.
DURATA: 6 notti, da domenica pomeriggio a sabato mattina.
PARTECIPANTI: minimo 10, massimo 20 persone.
QUOTA INDIVIDUALE: € 390.
COMPRENDE: sistemazione in hotel 3 stelle in camere doppie/triple e trattamento di mezza pensione con colazione buffet, cene tipiche e bevande, accesso al centro benessere con piscina, sauna, poltrone massaggianti, 5 accessi alle piste da fondo, 2 lezioni di fondo, parcheggio, accompagnatore, assicurazione sanitaria e bagaglio.
NON COMPRENDE: viaggio e quanto non indicato alla voce “Comprende”.
 

MOLTO ALTRO OLTRE IL FONDO
La ricchezza sia naturalistica che culturale dell’Altopiano dei Sette Comuni ci regala un’ampio scelta di attività da svolgere oltre allo sci da fondo. Alcune dritte: la passeggiata al chiaro di luna lungo la vecchia ferrovia, una partita dell’Asiago Hockey campione d’Italia in carica, una serata sui pattini al palaghiaccio, la visita alle vecchie carceri, al museo cimbro, a quello dei Cuchi o della Grande Guerra, il museo dell’acqua e il sacrario militare del Laiten. Non risultano meno allettanti i riferimenti enogastronomici che sono ormai entrati a far parte della quotidianità di tante persone in tutta Italia: l’ormai famossissimo formaggio Asiago, i distillati di erbe, le grappe, il miele dell’Apicoltura Guoli e le marmellate e i distillati di Rigoni, la storica torta Ortigara. Un consiglio per non arrivare impreparati all’incontro con l’Altopiano? Una buona lettura! Un anno sull’Altopiano di Lussu, I piccoli maestri di Meneghello o un dei tanti bei libri di Mario Rigoni Stern.

PROGRAMMA
Domenica: arrivo e sistemazione nel pomeriggio. Per recuperare le fatiche del viaggio appuntamento con la zona benessere dell’hotel. Alle 18 incontro con l’accompagnatore
per un briefing sulla settimana e consegna dei materiali. Dopo cena passeggiata al chiaro di
luna lungo il sentiero della vecchia ferrovia.
Lunedì: primo approccio con gli sci da fondo di Campolongo o di Campomulo, veri e propri paradisi del fondo. Per chi non sa sciare prima lezione di tecnica classica con i maestri del centro fondo mentre gli esperti si dedicano allo skating. Le lezioni sono pensate
sia per chi è principiante ma anche per chi vuole migliorare il proprio stile. Dopo la lezione si scaldano i muscoli nell’anello agonistico prima di addentrarsi nel percorso dentro al bosco verso Malga Mandrielle. Dopo ogni sciata c’è sempre il calduccio del rifugio ad aspettarci per un mirtillo caldo o un bombardino. Nel pomeriggio relax tra piscina e sauna. La sera incursione allo stadio del ghiaccio.
Altopiano di Asiago:Martedì: mattina dedicata a perfezionare la tecnica e lo stile per la seconda lezione di fondo. Per i più bravi secondo percorso attraverso le malghe Posellaro e Trugole. Poi consigliamo quattro passi nel centro di Asiago a vedere il sacrario militare del Laiten e il museo delle vecchie carceri. Dopo cena serata in stube per un brulé fumante e un video su Mario Rigoni Stern.
Mercoledì: i provetti fondisti possono cimentarsi nella prima vera escursione addentrandosi nel bosco sul tracciato in falsopiano fino a Malga Mandrielle oppure sul misto fino a Malga Trugole. I più esperti possono seguire il tracciato che arriva a Malga Camporosà
oppure Millegrobbe, il tracciato più bello dell’Altopiano. Nel pomeriggio consigliamo l’Istituto di Cultura Cimbra a Roana oppure il Museo dei Cuchi a Cesuna. E ovviamente prima di cena relax sulle poltrone massaggianti.
Giovedì: Jonas torna sulle piste dove i provetti fondisti ormai esperti potranno sfogare tutta la loro sete di agonismo su qualsiasi tracciato. Oggi si cambia centro
fondo: i tracciati misti dei Campi da Golf oppure il falsopiano del Barenthal per chi vuole fare qualcosa di facile; il collegamento col centro fondo Monte Corno per chi vuole impegnarsi… a fondo: sono circa 30 km in un paesaggio unico. Poi suggeriamo il museo della Grande Guerra. Dopo cena un salto al palaghiaccio a vedere l’Asiago Hockey.
Venerdì: altro centro fondo, ovvero la migliore sciata della settimana presso Campomulo. Qui c’è l’imbarazzo della scelta oltre al collegamento col centro fondo Enego e la famosa pista Marcesina. La pista verde si snoda lungo la valle di Campomulo: ampie radure si susseguono a tratti di bosco fitto. La pista rossa fino a Malga Moline è senz’altro il percorso principe, divertente, vario e con panorami da cartolina. Per chi vuole darci dentro ci sono le piste Valsugana e Fossetta. Per chi non si accontenta non rimane che la pista nera dell’Ortigara.Altopiano di Asiago:Il pomeriggio consigliamo di fare due passi in centro ad Asiago in cerca dei prodotti tipici: il formaggio Asiago del caseificio Pennar, i mieli dell’Apicoltura Guoli, le marmellate e i distillati di Rigoni e la storica torta Ortigara. Poi piscina e sauna per sciogliere i muscoli e tornare a casa in formissima. È l’ultima sera: dopo l’ultima cena si premiano i migliori e i più simpatici.
Sabato: in mattinata saluti e partenza. solo il rimpianto di dover abbandonare questo magico altopiano. A chi vuole posticipare la partenza suggeriamo il centro fondo di Cesuna o quello di Fontanelle.
E ricorda che non c’è bisogno di un equipaggiamento particolare: chi non ha sci e scarponi può noleggiarli con 10 Euro al giorno.

Commento: un’occasione unica per provare il piacere di sciare su piste di vario livello e per tutti i gusti. Oltre 500 km battuti solo per il fondo .

GRUPPI AUTO
Per gli spostamenti in loco si usa l’auto propria, le piste distano circa 10/20 minuti dall’hotel e le strade, anche in caso di nevicate, sono sempre percorribili. No problem per chi raggiunge Asiago con mezzi pubblici, in loco si organizzano, come ogni anno, gruppi auto per arrivare alle piste.

Per prenotazioni contatta Francesca o Alessandro oppure compila il form sotto

Tags: ,

No comments yet.

Leave a Reply

*